Sanificazione

LA SANIFICAZIONE

AD OZONO

PERCHÉ É IMPORTANTE LA SANIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI SANITARI E NON SANITARI?


Quando si lavora è fondamentale che i titolari provvedano a mantenere gli ambienti puliti e liberi da micro-organismi patogeni o da specie di insetti e animali infestanti.
Per questo motivo si deve procedere, oltre alle normali e quotidiane attività di pulizia ordinaria,
anche a regolari interventi di sanificazione e disinfestazione. Queste due operazioni, che spesso
vengono considerate uguali, sono in realtà ben differenti, sia per scopo che per modalità di
intervento.
L'attività di sanificazione, infatti è caratterizzata da tutte quelle operazioni che sanificano, ossia
rendono sano, l'ambiente in cui si lavora.
Sanificare significa quindi migliorare le condizioni dell'aria, con livelli regolati dii umidità, di
ventilazione e temperatura garantendo la piena assenza di organismi o micro-organismi che
possano essere dannosi per la salute.
Il sistema di sanificazione all'ozono è un metodo di pulizia completamente ecologico, non
lasciando dietro di sé alcun tipo di residuo chimico. In Italia il Ministero della Sanità, con il
protocollo n° 24482 del 31/07/1996, ha riconosciuto il sistema di sanificazione con l'ozono come
presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, eccetera e
infestati da acari ed insetti.

DEGRATAZIONE ODORI


Eliminare gli odori e i VOC (composti organici volatili).
Ossida il monossido di carbonio, l'acido solfidrico, i mercaptani, l'ammoniaca, le ammine, il
particolato carbonioso.
Eliminazione di qualsiasi tipo di odore. N.B. L'ozono non maschera gli odori, li elimina
letteralmente scomponendo i composti odoranti in sostanze ridotte che perdono il loro odore
e la loro tossicità.
Ridurre l'impatto ambientale delle emissioni nell'atmosfera.
Non appena l'ozono entra in contatto con una materia organica, si innesca una reazione
di ossidazione. In sostanza vengono uccisi tutti i microrganismi viventi, come acari, batteri,
virus, muffe e funghi mentre le molecole degli odori vengono ossidate, si trasformano in altre
molecole innocue, eliminando così ogni forma di cattivo odore.
Siccome l'ozono è un gas più pesante dell'aria, riesce a penetrare all'interno delle fibre
dei tessuti (materassi, divani, poltrone, tappeti, moquettes, interni di autoveicoli). In
questo modo raggiunge ed elimina ogni microrganismo e sostanza maleodorante presente
anche nei punti più difficilmente raggiungibili, impossibili da igienizzare a fondo con un
classico lavaggio, per quanto meticoloso e accurato.

ELIMINAZIONE BATTERI


A causa del suo alto potenziale ossidante, l'ozono ossida i componenti cellulari della parete delle
cellule batteriche penetrando dentro la cellula. Una volta entrato, ossida tutte le componenti
essenziali (enzimi, proteine, DNA, RNA).
Durante tale processo la membrana si danneggia e la cellula muore. (vedi tabella 1 °)
I rapporti riferiti evidenziano le difficoltà che si possono incontrare quando si devono eliminare
comuni germi vegetativi, come lo Staphylococcus Aureus di regola più sensibili di tanti altri germi.
l'ozono li attacca mediante ossidazione o distruzione diretta della parete della cellula con la fuoriuscita
dalla stessa dei componenti cellulari. I batteri muoiono per la perdita del citoplasma che li sostiene in
vita, questo fenomeno si chiama OSSIDAZIONE o OZONOLISI PROTOPLASMATICA. Poiché agisce
istantaneamente, l'ozono non consente lo sviluppo di ceppi patogeni resistenti, un problema crescente
per l'industria degli alimenti freschi.
INATTIVAZIONE DEL 99,9% DI BATTERI, A 20° - 24°C, AD OPERA DELL'OZONO

INATTIVAZIONE VIRUS


Attualmente, per il coronavirus, non sono ancora
stati messi a punto vaccini efficaci e per il
momento l'unica soluzione sembra essere la
prevenzione. Un sistema che attualmente sembra
essere molto efficace anche con altri virus,
è rappresentato dall'ozono.


CON QUALE MECCANISMO L'OZONO ELIMINA I VIRUS, ANCHE QUELLI CONSIDERATI LETALI?
L'ossidazione tramite ozono provoca l'inattivazione dei virus.
In questo caso l'azione dell'ozono riveste particolare interesse in quanto consiste
nell'inattivazione dei recettori virali specifici, che il virus utilizza per la creazione del legame con
la parete della cellula da invadere. Viene così bloccato il meccanismo di riproduzione virale a
livello della sua prima fase: l'invasione cellulare.
INATTIVAZIONE VARIABILE DI VIRUS AD OPERA DELL'OZONO A 20°

DISINFEZIONE AMBIENTALE PER COVID-19


Uso di dispositivi di protezione individuali (DPI) nella prevenzione dell'esposizione a
rischio biologico degli operatori sanitari.
L'importanza della disinfezione ambientale è stata illustrata in uno studio di Singapore, in cui
è stato rilevato l'RNA virale su quasi tutte le superfici testate (maniglie, interruttori,
corrimano, porte interne e finestre, water, lavandino) nella stanza di isolamento di un paziente
lievemente sintomatico al COVID-19 prima della pulizia di routine, probabilmente trasportate
dall'aria .. L'RNA virale non è stato rilevato sulle superfici simili nelle stanze di altri due
pazienti sintomatici, che però erano state sottoposte a pulizia di routine (con
dicloroisocianurato di sodio). Da segnalare inoltre, che il rilevamento di RNA virale, non
indica necessariamente la presenza del virus infettivo. Fattori che influenzano la
sopravvivenza di questi virus sulle superfici includono: variazione del ceppo, titolo, tipo di
superficie, mezzo sospendente, modalità di deposizione, temperatura e umidità relativa, e
il metodo utilizzato per determinare la fattibilità del virus. Il campionamento ambientale ha
individuato contaminazione delle superfici con SARSCoV
e virus influenzale, anche se l'uso
frequente di metodi di rilevazione molecolari potrebbe non rappresentano necessariamente la
presenza di virus vitale.
Una volta contaminate dall'ambiente, le mani possono avviare auto-inoculazione nelle
membrane mucose del naso, degli occhi o della bocca.
I virus sono stati studiati durante la loro interazione con l'ozono.
all'ozono, 99% dei virus sono stati inattivati e hanno dimostrato danni alle loro
proteine dell'involucro, cosa che potrebbe impedire al virus di attaccarsi alle cellule
normali e serie di potenziali vantaggi rispetto ad altri gas decontaminanti e soluzioni
chimiche liquide.
L'ozono è un composto naturale, è facilmente generato in situ dall'ossigeno, e poi si
trasforma in ossigeno-ozono con un'emivita di circa 20 min (± 1 O min a seconda
dell'ambiente).
Come gas può penetrare tutte le zone all'interno di una stanza, compreso fessure, infissi,
tessuti, e sotto superfici di mobili, in maniera molto più efficace di applicazioni manuali di
spray liquidi.